Modifiche del Patto

Ai sensi di quanto previsto al punto B.2 della Circolare n. 1 del 5 maggio 2017 del Ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno, le modifiche al Patto per lo sviluppo della Regione Molise, di seguito alla prima sottoscrizione, in forza del richiamo alle regole generali contenute nella norma finale della delibera CIPE n. 26/2016 (punto 3.5), si conformano al seguente iter procedurale:

 

  • le proposte di modifica al Patto, che non comportino spostamento di risorse tra le Aree tematiche, allorquando siano contenute entro il limite di 5 milioni di euro ovvero, se più elevata, non superino la soglia del 2% della dotazione FSC assegnata al Patto, sono sottoposte all’istruttoria del Comitato di Indirizzo e di Controllo;
  • in tutti gli altri casi, le proposte di modifica sono presentate al Dipartimento per le Politiche di Coesione, per l’esame istruttorio di competenza. Il Dipartimento, sentito entro 30 giorni il pertinente Comitato di Indirizzo e Controllo, si esprime entro i successivi 30 giorni.

In ogni caso, la modifica s'intende perfezionata con l'accordo formale tra le Autorità politiche sottoscrittrici, raggiunto anche in modalità disgiunta (con scambio di lettere). 

 

Delle modifiche intervenute, sarà data informativa alla Cabina di Regia in sede di relazione annuale. 

 

Realizzato da . Copyright 2001-2020.