Gestione e Controllo

L' Autorità Politica per la Coesione e il Presidente della Regione Molise, in qualità di referenti del Patto, si avvalgono di un Comitato di indirizzo e controllo per la gestione del Patto, costituito dalle seguenti figure: 

 

  • un rappresentante dell’Agenzia per la Coesione Territoriale in qualità di Presidente;
  • un rappresentante del Dipartimento per le Politiche di Coesione;
  • un rappresentante del Dipartimento per la Programmazione e il Coordinamento della Politica Economica;
  • un rappresentante della Regione Molise

Le decisioni del Comitato sono adottate d’intesa tra i rappresentanti e, nel caso di mancata intesa, le stesse sono rimesse ai referenti del Patto.

 

La delibera del CIPE 10 agosto 2016 n. 25, nonché la Circolare n. 1 del 5 maggio 2017 del Ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno, prevedono, inoltre, la designazione di due “Responsabili Unici” (RU) per ciascun Patto, uno indicato dall’Agenzia per la Coesione Territoriale (ACT) e l’altro dalla Regione, i quali, per quanto di competenza, sovrintendono all'attuazione del Patto e riferiscono su ogni aspetto ai componenti del Comitato.

 

Coerentemente con quanto indicato nel Patto, con deliberazione della Giunta regionale n. 502 del 28 ottobre 2016 è stato attribuito l’incarico di Rappresentante della Regione Molise nel Comitato di indirizzo e controllo per la gestione del Patto al Direttore del I Dipartimento della Presidenza della Giunta regionale, che agisce con le prerogative dell’Autorità di Gestione del Fondo di Sviluppo e Coesione per il periodo di programmazione 2014-2020.

 

La stessa deliberazione n. 502/2016 ha attribuito l’incarico di Responsabile Unico regionale (RUr) del Patto al Responsabile dell’Ufficio Programmazione e Coordinamento Attuativo Programmi FSC del Servizio Coordinamento Fondo per lo Sviluppo e la Coesione del I Dipartimento della Presidenza della Giunta regionale.

 

Con deliberazione della Giunta regionale n. 319 del 8 settembre 2017, aggiornata con deliberazione n. 71 del 15 febbraio 2018, in esecuzione a quanto previsto dalla delibera del CIPE n. 25/2016, è stato attribuito l'incarico di Organismo di Certificazione (OdC) delle risorse del FSC 2014-2020 del Patto per lo sviluppo della Regione Molise, quale autorità abilitata a richiedere i pagamenti del FSC 2014-2020, al Direttore del Servizio Risorse Finanziarie, Bilancio e Ragioneria Generale del II Dipartimento della Giunta regionale.

 

La deliberazione della Giunta regionale n. 406 del 30 ottobre 2017, aggiornata con deliberazione n. 511 del 28 dicembre 2017, ha approvato, a valle della definizione degli organismi di Governance del Patto per lo sviluppo della Regione Molise, il modello organizzativo regionale, Dipartimenti e Servizi regionali direttamente coinvolti per competenza nelle attività di gestione e attuazione degli interventi, ha attribuito le funzioni di Responsabile di Azione (RdA) del Patto e ha stabilito i compiti relativi alla predetta funzione di RdA.

Con deliberazione della Giunta regionale n. 227 del 20 aprile 2018, a valle dell’atto modificativo del Patto per lo sviluppo della Regione Molise del 13 marzo 2018, è stato ridefinito il corretto raccordo dei centri di responsabilità della funzione di Responsabile di Azione del Patto, attribuita con le precedenti richiamate deliberazioni n. 406/2017 e n. 511/2017.

Con deliberazione della Giunta regionale n. 2 del 7 gennaio 2019, l'Esecutivo regionale ha approvato l'aggiornamento del modello organizzativo regionale, Dipartimenti e Servizi regionali direttamente coinvolti per competenza dell'Azione del Patto, attribuendo, pertanto, le funzioni di Responsabile di Azione (RdA) del Patto, fermo restando la competenza delle attività di gestione e attuazione degli interventi (attività istruttorie) del relativo Servizio regionale/Dipartimento, laddove non coincidente con la struttura del Responsabile di Azione.

Con deliberazione n. 81 del 13 marzo 2019, la Giunta regionale ha provveduto, tra l’altro, a:

  • definire, con riferimento alla Governance del Patto per lo sviluppo della Regione Molise, i compiti relativi alla funzione di Autorità di Gestione (AdG FSC 2014-2020), di Organismo di Certificazione (OdC) e di Responsabile Unico regionale (RUr);
  • approvare, a valle della deliberazione n. 22 del 31 gennaio 2019, con la quale sono stati conferiti ai dirigenti regionali, ai sensi dell’articolo 20, commi 10. e 11., della legge regionale 23 marzo 2010, n. 10 e ss. mm. e ii., nonché dell’articolo 19 del D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165, e ss. mm. e ii., distinti incarichi di responsabilità, in titolarità e in supplenza, ovvero nella forma della reggenza temporanea, dei Servizi della Giunta regionale, compresa la Direzione Generale per la Salute, e dell’Agenzia Regionale Molise Lavoro, l’aggiornamento del modello organizzativo regionale, Dipartimenti e Servizi regionali direttamente coinvolti per competenza dell’Azione del Patto e, pertanto, attribuire le funzioni di Responsabile di Azione (RdA) del Patto, fermo restando la competenza delle attività di gestione e attuazione degli interventi (attività istruttorie) del relativo Servizio regionale/Dipartimento, laddove non coincidente con la struttura del Responsabile di Azione;
  • confermare quanto già disposto con la su indicata deliberazione n. 2/2019 in relazione ai compiti relativi alla funzione di Responsabile di Azione del Patto.

Con deliberazione della Giunta regionale n. 214 del 14 giugno 2019, è stato approvato l'aggiornamento del modello organizzativo regionale del Patto per lo sviluppo della Regione Molise, precedentemente approvato con deliberazione della Giunta regionale n. 81 del 13 marzo 2019, unicamente con riferimento alle Azioni “Banda Ultra Larga per intera Regione” ed “Elettrificazione e velocizzazione Roccaravindola-Isernia-Campobasso”.

 

Il Direttore del Dipartimento della Presidenza della Giunta regionale, con determinazione n. 93 dell’11 dicembre 2017, ha approvato gli schemi tipo di disciplinare di concessione di finanziamento e degli obblighi e i relativi allegati in relazione alle tipologie di intervento “Acquisizione di Beni e Servizi”, “Erogazione di Finanziamenti/Aiuti” e “Opere pubbliche”, a carico delle risorse del FSC 2014-2020 delle Aree Tematiche del Patto.

Con determinazione del Direttore del I Dipartimento n. 1 del 2 gennaio 2019 si è provveduto all’approvazione dei form aggiornati delle schede di monitoraggio per le tipologie di intervento “Acquisizione di Beni e Servizi”, “Erogazione di Finanziamenti/Aiuti” e “Opere pubbliche”a carico delle risorse del FSC 2014-2020 delle Aree tematiche del Patto, in sostituzione di quelli allegati alla predetta determinazione direttoriale n. 93/2017.

Al fine di semplificare e accelerare le attività progettuali degli interventi infrastrutturali e provvedere a rendere cantierabili gli stessi, su proposta del RUr, con determinazione del Direttore del I Dipartimento n. 44 del 16 aprile 2018, la procedura relativa all’attuazione degli interventi è stata articolata in due momenti sinteticamente riconducibili a “progettazione” e “realizzazione opera”; sono stati individuati, inoltre, la documentazione tecnica utile e le modalità attuative relative alla fase “progettazione” per gli interventi infrastrutturali attivati e da attivare nell’ambito del Patto per lo sviluppo della Regione Molise, nonchè gli adempimenti propri del Servizio regionale competente.

 

Come per i Fondi SIE 2014-2020, anche per le risorse FSC 2014-2020, il centro di responsabilità delle attività dei controlli di I livello sulle procedure di appalto su interventi finanziati dal FSC 2014-2020 e sulle erogazioni di finanziamento e aiuti finanziati dal FSC 2014-2020 è stato incardinato nel Servizio Rendicontazione, Controllo e Vigilanza del III Dipartimento della Giunta regionale.

Con deliberazione della Giunta regionale n. 199 del 9 aprile 2018 è stata adottata la modifica dell’Atto di organizzazione delle strutture dirigenziali regionali con l’estensione, al Patto per lo sviluppo della Regione Molise a carico del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020, delle declaratorie di competenza del Servizio Rendicontazione, Controllo e Vigilanza e, con il provvedimento successivo n. 110 del 17 aprile 2018 del Direttore del II Dipartimento della Giunta regionale, sono stati istituiti i seguenti due nuovi Uffici nell’ambito dell’organigramma dello stesso Servizio:

 

  • Ufficio controlli di I livello su procedure di appalto su interventi finanziati dal FSC 2014-2020
  • Ufficio controlli di I livello su erogazioni di finanziamento e aiuti finanziati dal FSC 2014-2020

Con deliberazione della Giunta regionale n. 321 del 30 giugno 2018 l'Esecutivo regionale ha approvato la modifica dell'Atto di organizzazione dell'apparato burocratico della Giunta regionale, rimodulando, in particolare, l'assetto dei Dipartimenti della Giunta medesima. A seguito di detto provvedimento il Servizio Rendicontazione, Controllo e Vigilanza risulta incardinato nel Dipartimento III Valorizzazione del Capitale Umano.

 

La Regione Molise, ai sensi di quanto stabilito dalla delibera del CIPE n. 25/2016, al punto 2, lettera k) Sistemi di gestione e controllo - Attività di verifica, assicura che sia istituito un efficace Sistema di Gestione e Controllo (SI.GE.CO.), coerente con il modello organizzativo della Regione che garantisca il rispetto delle norme comunitarie, nazionali e regionali relative all’ammissibilità e congruità delle spese. La struttura del SI.GE.CO. è definita coerentemente ai seguenti principi generali:

 

  • descrizione delle funzioni degli organismi coinvolti nella gestione e nel controllo e la ripartizione delle funzioni all'interno di ciascun organismo;
  • osservanza del principio della separazione delle funzioni fra tali organismi;
  • procedure atte a garantire la correttezza e la regolarità delle spese dichiarate;
  • sistemi informatizzati per la gestione dei dati di avanzamento fisico, procedurale e finanziario;
  • sistemi informatizzati per la contabilità;
  • sistemi di predisposizione delle relazioni e sorveglianza nei casi in cui l'organismo responsabile affidi l’esecuzione dei compiti a un altro organismo;
  • disposizioni per l’audit del funzionamento dei sistemi di gestione e controllo;
  • sistemi e procedure per garantire una pista di controllo adeguata;
  • prevenzione, rilevamento e correzione di irregolarità, comprese le frodi e il recupero di importi indebitamente versati, compresi, se del caso, gli interessi su ritardati pagamenti

 

Come indicato nella delibera del CIPE n. 26/2016, al punto 3.2, le Obbligazioni Giuridicamente Vincolanti (OGV) per l’affidamento dei lavori degli interventi posti a carico delle risorse FSC 2014-2020 avevano come termine ultimo il 31 dicembre 2019, pena la revoca delle risorse assegnate ai relativi interventi.

La successiva delibera del CIPE n. 26 del 28 febbraio 2018, al punto 2.1, ha stabilito al 31 dicembre 2021 il termine per l'assunzione delle obbligazioni giuridicamente vincolanti, in luogo del 31 dicembre 2019, termine indicato nella predetta delibera n. 26/2016.

 

Con determinazione del Direttore del I Dipartimento n. 37 del 25 marzo 2019 sono state approvate, con riferimento ai diversi macroprocessi e tipologie di intervento, le Piste di controllo, le Check list per i controlli di I livello e le Check list di autocontrollo del soggetto beneficiario, predisposte dal RUr.

 

Con deliberazione della Giunta regionale n. 297 del 29 luglio 2019 l’Esecutivo regionale ha approvato il “Sistema di Gestione e Controllo” (SI.GE.CO.) del Patto e i relativi allegati, a seguito della trasmissione del Rapporto definitivo di valutazione di adeguatezza del predetto, da parte del Nucleo Verifica e Controllo (NUVEC) – Area “Verifica dei Sistemi di gestione e Controllo di programmi e Audit e Verifiche” dell’Agenzia per la Coesione Territoriale.

 

Con determinazione dirigenziale n. 4006 del 6 agosto 2019 l'Organismo di Certificazione del Patto per lo sviluppo della Regione Molise FSC 2014-2020 ha proceduto all'adozione del Manuale delle Procedure dell'Organismo di Certificazione, unitamente ai relativi allegati, a valle dell’approvazione, con deliberazione della Giunta regionale n. 297 del 29 luglio 2019, del “Sistema di Gestione e Controllo” del Patto riferito alla programmazione del FSC 2014-2020.

 

Con determinazione del Direttore del I Dipartimento n. 103 del 8 agosto 2019 l'Autorità di Gestione FSC 2014-2020 del Patto per lo sviluppo della Regione Molise ha adottato il Manuale delle procedure dell’Autorità di Gestione, il Manuale dei Controlli di I Livello e le Linee guida per i beneficiari, predisposti dalla predetta, a valle dell’approvazione, con deliberazione della Giunta regionale n. 297 del 29 luglio 2019, del “Sistema di Gestione e Controllo” del Patto riferito alla programmazione del FSC 2014-2020.

 

 

 

Attività di verifica NUVEC

In coerenza con quanto stabilito dalla Delibera del CIPE n. 25/2016, al punto 2, lettera k) Sistemi di gestione e controllo - Attività di verifica, nonché dalla Circolare n. 1/2017 del Ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno, l’Agenzia per la Coesione Territoriale, attraverso il Nucleo di verifica e controllo (NUVEC), nel rispetto del principio del contraddittorio con i soggetti responsabili, ha il compito di sottoporre a verifica l’efficace funzionamento del sistema di gestione e controllo del Patto per lo sviluppo della Regione Molise FSC 2014-2020 (procedure, struttura organizzativa, sistemi informatici e informativi) e degli eventuali strumenti attuativi, nonché singoli interventi e iniziative, sulla base di linee guida e di presentare rapporti sulle risultanze di tale attività.

 

 

DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO

 

 

 

 

 

Allegato C2 - Check di Autocontrollo in formato editabile (Word)

  1. C2_AUTOC_AFF_LAV
  2. C2_AUTOC_EROG_FIN_AIUTI
  3. C2_AUTOC_INCPROF_SERV_FORN

Allegato D - Piste di Controllo in formato editabile (Word)

  1. D1_PdC LavServFor a Regia
  2. D2_PdC LavServFor a Titolarità
  3. D3_PdC Erogazione di Finanziamenti_Aiuti

 

 

 

Realizzato da . Copyright 2001-2020.